Privacy Policy Cookie Policy Paura di viaggiare: ecco le più diffuse e come sconfiggerle - Travel XXL

Che si tratti di andare al mare in automobile oppure di recarsi ai Caraibi a bordo di un aereo, il viaggio mette sempre addosso un po’ di ansia. In alcune persone e in determinate circostanze, l’ansia può trasformarsi in paura. Anche io, prima di iniziare a girare il mondo, avevo paura di viaggiare. Accumulando esperienza, però, ho sviluppato dei metodi semplici di cui ti parlerò e che mi hanno permesso di superare tanti ostacoli.

Innanzitutto partiamo col dire che l’esperienza è il primo ingrediente per sconfiggere la maggior parte delle ansie che un viaggio può portare. Più volte esegui la stessa azione e più ti sembra facile il compito che stai svolgendo. Nel viaggio funziona esattamente così perché più volte ti trovi in una situazione e prima impari trucchi e soluzioni per affrontarla serenamente. 

Il viaggio per turismo nasce ufficialmente il 5 Luglio 1841 da un’idea del tipografo inglese Thomas Cook. Fino a quel punto, nella storia, c’erano stati soltanto i pellegrini, gli esploratori e chi  percorreva grandi distanze per guerre o in cerca di fortuna.  Più andiamo indietro nel tempo dunque e più le paure di chi si doveva spostare erano grandi. Animali pericolosi, ladri, briganti ed eventi atmosferici avversi erano praticamente all’ordine del giorno.

Oggi, per fortuna, non è più così ma con il cambiare delle abitudini si sono trasformate anche le ansie che ci portiamo dietro. Parlando con le persone che incontro durante i miei viaggi, ho notato che alcune paure sono più frequenti di altre. Ecco perché ho raccolto in questo articolo le 5 più diffuse, aggiungendo alcuni suggerimenti per sconfiggerle.

Le paure di cui sento più spesso parlare sono:

  • Volare
  • Trovarsi in situazioni di pericolo
  • Perdere soldi o documenti
  • Difficoltà a trovare il cibo italiano
  • Non riuscire a comunicare

Vediamo nel dettaglio le paure più comuni tra i viaggiatori inesperti

Paura di volare

La paura di volare nasce dal fatto che l’uomo non è fatto per alzarsi in aria come gli uccelli. Gli attacchi terroristici che hanno cambiato il volto di New York (2001) hanno generato ulteriori preoccupazioni. Se anche tu soffri di questa paura prova a rispondere a questa domanda:

Mediamente quanti incidenti aerei si verificano in un anno?
Nel 2019, ad esempio, ne è successo uno solo, in Etiopia, a un 737 Max.
Il direttore generale della Iata (International Air Transport Association) Alexandre de Juniac ha recentemente affermato che:
«In base al rischio di mortalità del 2019, in media, un passeggero potrebbe prendere un volo ogni giorno per 535 anni prima di subire un incidente con un decesso a bordo»

Prendi quindi il tuo biglietto, compra la guida della città che sogni di vedere almeno una volta nella vita e accomodati al tuo posto, pronto per goderti questa nuova esperienza.

Paura di trovarsi in situazioni di pericolo

La sicurezza è importante quando organizziamo un nuovo viaggio. La possibilità di trovarsi in pericolo spaventa molto chi ha poca esperienza. Borseggiatori e malintenzionati esistono ovunque ed è giusto tenerlo presente. Spesso però è sufficiente seguire alcuni piccoli accorgimenti.

È molto importante:

  • Non indossare collane, orologi e altri gioielli preziosi
  • Non portare borse vistose che possono attrarre l’attenzione di malintenzionati.
  • Quando esci dall’hotel, portati solo l’indispensabile. Io, ad esempio, non uso il portafoglio e tengo i soldi in tasca.
  • Presta particolare attenzione nelle periferie delle grandi città e le aree poco illuminate, soprattutto se viaggi da solo/da sola.      

Se non ti senti tranquillo/a, prendi un taxi ufficiale ed evita altri mezzi. Spenderai qualcosa in più ma sarà molto più sicuro. 

Paura di perdere soldi o documenti

I documenti, il bancomat e i contanti sono importantissimi quando siamo lontani da casa. C’è anche chi vive con il terrore di perderli. Senza documenti non puoi prendere l’aereo. Senza bancomat non puoi prelevare ne pagare e senza denaro sei davvero nei guai.

Dei documenti ti consiglio di fare le fotocopie e di usarle quando esci dall’hotel. Gli originali, conservali in un luogo sicuro come la cassaforte della tua camera. Per le carte di pagamento elettronico, scarica le app e paga usando il cellulare. Porta carte e bancomat di circuiti diversi perché non tutti funzionano.

Non portare mai troppo denaro contante e tieni con te solo quello sufficiente. Il resto lascialo insieme ai documenti in un luogo sicuro. Se ti trovi in difficoltà contatta l’Ambasciata italiana di riferimento.

Clicca qui per rintracciarli con facilità.

Paura di non trovare cibo italiano

Non sapere cosa mangiare mette ansia a molti viaggiatori. Chi è abituato a mangiare solo piatti della nostra tradizione si trova in difficoltà con cibi e sapori nuovi. La speranza di trovare cucina tipica italiana è un pensiero che hanno in tanti.

Per esperienza, posso dirti che nei resort  la cucina italiana è la più diffusa in assoluto. Se scegli un normale hotel, sappi che in tutte le città del mondo trovi ristoranti italiani. Se invece preferisci affittare un appartamento, troverai molto più di ciò che credi nei supermercati locali.

Non avere paura, quindi, perché troverai sempre qualcosa che fa al caso tuo. Non aspettarti però, qualità e sapori a cui sei abituato perché le materie prime non solo le stesse. Per questo ti consiglio di provare qualche cibo tradizionale locale perché potrebbe stupirti.     

Paura di non riuscire a comunicare (conoscere l’inglese)

Il fatto di non conoscere l’inglese è un altro degli argomenti di maggior preoccupazione. Non poter comunicare con chi ci circonda, infatti, può essere molto frustrante. Fortunatamente, in quanto italiani, possiamo contare sulla nostra capacità di gesticolare con cui riusciamo sempre a farci capire.

Aiutati acquistando un piccolo dizionario specifico per il viaggio. Al suo interno potrai trovare parole e frasi suddivise per categorie. Quando sarai, per esempio, al ristorante troverai tutte le traduzioni che ti servono all’interno del relativo capitolo.

Inizierai poco alla volta ad interagire con chi ti circonda e giorno dopo giorno acquisirai sempre più famigliarità con l’inglese senza neanche accorgertene. 

Tutte le paure si possono combattere

Quelle che abbiamo appena visto sono le paure più frequenti che riscontro nelle persone poco abituate a viaggiare. 

Ne ho conosciute molte durante i miei viaggi, così come sono state diverse quelle che mi hanno chiesto consigli e suggerimenti sui social network. Anche tu probabilmente, se ti trovi a leggere questo articolo, potresti aver bisogno di qualche dritta, ma non temere perché “nessuno nasce imparato”. Personalmente, cerco sempre di far comprendere che il segreto, se così lo vogliamo chiamare, sta nell’esperienza.

Io stesso, qualche anno fa, mi trovavo nella tua condizione. Ora, ho imparato che gli inconvenienti possono capitare e fanno parte del gioco. Ogni giorno migliaia di persone partono e tornano da un viaggio in aereo, auto o treno come se nulla fosse. Con alcune accortezze puoi facilmente riuscirci anche tu. Raccogli più informazioni possibili sulla destinazione del tuo viaggio prima di partire e non lasciare nulla al caso perché quasi tutte le soluzioni le troverai così.

In ogni caso, se hai bisogno di suggerimenti o vuoi porgermi delle domande puoi scrivermi. Sarò lieto di aiutarti in modo che nulla riesca a fermare la tua voglia di viaggiare. Non lasciare mai che l’ansia e le preoccupazioni rovinino i momenti belli che un viaggio è in grado di offrire, che sia in aereo dall’altra parte del mondo o semplicemente in treno in una città d’arte non lontano da casa tua.

Buon viaggio e a presto !