Privacy Policy Cookie Policy BIGLIETTI AEREI - Travel XXL
Come acquisto

I biglietti aerei?

Acquistare i biglietti aerei, dopo la scelta della destinazione, è uno dei punti fondamentali durante la pianificazione di un viaggio e va di pari passo, al modo in cui scelgo la destinazione.

Se devo organizzare un viaggio che ho intenzione di fare da solo, molto probabilmente avrò tempo di aspettare non avendo date vincolanti, e soprattutto avrò come obbiettivo, quello chi cercare di limitare al minimo le spese fisse, ovvero quelle per i voli e per l’hotel, preferendo dedicare un budget maggiore alla scoperta del luogo, a possibili escursioni, ad assaggiare piatti locali e ad acquistare qualcosa che mi interessi.

Vediamo però come la scelta della destinazione, cambia il modo e a volte il prezzo di un biglietto.

Se mi trovo a leggere una delle news letter di una specifica compagnia aerea, che ha deciso di proporre ai propri clienti un periodo di offerte anche molto scontate, mi basterà, dopo aver scelto da destinazione, andare a vedere in quali giorni, e di quale mese, si riferiscono i prezzi in questione.

Per esempio, se nel lungo elenco di città, fossi interessato a Praga al prezzo di 9.90 euro, per il biglietto di sola andata, basterebbe andare a visualizzare in quale giorno i biglietti, hanno quel prezzo, sceglierne uno abbinandogliene un’altro per il ritorno il più economico possibile, ed ecco le date del viaggio le abbiamo già, senza dover prendere grandi decisioni di nostra iniziativa.

Se invece ho intenzione di andare a Praga, ma in un determinato periodo dell’anno scelto da me, ma abbastanza flessibile, che può essere Gennaio per poterla ammirare ancora con le luci natalizie e il clima freddo che la rendono eccezionale, oppure in Primavera o Autunno, dovrò cercare sui vari motori di ricerca o sulle varie compagnie aeree, una combinazione tra il prezzo del volo di andata e il prezzo del volo di ritorno, che siano in linea con il budget che mi può andare bene, e prendere i biglietti in quei giorni. Ovviamente, quasi sicuramente, saranno più cari rispetto al caso precedente.

Nel terzo caso, immaginiamo che io voglia cercare dei biglietti per 2 o 3 giorni sempre a Praga, ma all’interno di una settimana specifica dell’anno, un po in la nel tempo. Se cercassi per esempio, la terza settimana di Aprile, mi accorgerei che, avendone la possibilità, sarebbe meglio scegliere come partenza il Lunedì o il Martedì, e come ritorno il Giovedì o il Venerdì, perché essendoci meno richiesta per i viaggi infrasettimanali, troverei i prezzi più abbordabili.

Un altro caso invece, sarebbe se mi trovassi a dover cercare i soliti biglietti, in una data specifica, che può essere il terzo week end di Gennaio perché proprio in quei giorni, la fidanzata sa di avere a disposizione un paio di giorni liberi, e volessi farle una sorpresa, oppure se dovessi recarmi esattamente ad Amsterdam, il terzo Venerdì di Marzo, per fare ritorno il Lunedì, sarei costretto a prendere esattamente quei biglietti, in quel determinato giorno, e a quel determinato prezzo, tipo “prendere o lasciare”, senza possibilità di scegliere altri giorni, e sarebbero sicuramente i più cari in assoluto, perché sono maggiori le richieste per i biglietti che hanno il Venerdì come partenza e il Lunedì come ritorno.

Però, è ovvio, non ci sono solo i viaggi nazionali, quelli all’interno dell’Europa o del bacino del Mediterraneo, ma esiste anche l’esigenza o la voglia di andare in paesi e località più lontane, anche di tanto.

Per tutte comunque, vale la solita regola che acquistando i biglietti prima, si riesce a risparmiare qualcosa, ma esistono anche qui molte varianti.

Se vi dovete spostare per lavoro, avete delle date vincolanti, e i biglietti ve li paga l’azienda, potete mettervi comodi sul divano a bere una birra e saltare queste righe, perché non è un vostro problema. 

Se invece vi dovete spostare per lavoro, avete delle date vincolanti, e i biglietti ve li dovete pagare voi, potete comunque mettervi comodi sul divano e bervi un Gaviscon per il bruciore di stomaco, perché più di tanto, a parte provare a cercare tra le diverse compagnie aeree o i diversi motori di ricerca quello leggermente più economico, non potete fare, ma in compenso restate a leggere qui, almeno vi distraete dal prezzo che avrete pagato i biglietti.

Se siete tra i fortunati che devono andare in ferie, che non hanno l’obbligo dei mesi di alta stagione o delle feste comandate, allora qualche cosa di un po cospicuo lo potrete anche risparmiare.

Quando mi sono trovato per la prima volta a dover cercare i biglietti per andare in Senegal, cosa che è capitata poi altre 3 volte nel corso degli anni, e avevo più o meno un’indicazione di quale mese poteva interessarmi, ho consultato i motori di ricerca, ho trovato i voli che mi andavano bene, li ho acquistati a un prezzo che ritenevo giusto, dopo aver preso informazioni su vari blog. Non ero ancora un esperto di voli aerei, aeroporti, scali, incroci, scambi e cose del genere come sono ora, quindi il mio itinerario di viaggio, prevedeva la partenza da Milano, uno scalo di 4 ore a Lisbona, e l’arrivo a Dakar, con la medesima tratta nel viaggio di ritorno.

Nel secondo viaggio invece, scelsi una strada diversa, perché invece di  raggiungere Lisbona con la compagnia di bandiera portoghese, raggiunsi Casablanca con uno scalo di 6 ore, con l’Airmaroc, un anno dopo, nello stesso periodo, dopo aver controllato i prezzi con le altre compagnie, e spendendo il 15-20% in meno rispetto all’anno precedente.

Il terzo viaggio poi, ho scoperto che, incredibilmente, se avessi scelto di volare a Dakar facendo di nuovo lo scalo a Lisbona, ma al ritorno, avessi deciso di fermarmi nella capitale portoghese 4 giorni, prima di rientrare a Milano, avrei risparmiato una cifra tale, che mi avrebbe permesso di pagarmi le notti in hotel a Lisbona, e ancora di risparmiare rispetto all’anno precedente. Quindi, ho scelto di godermi io 4 giorni in Portogallo, usando soldi che negli anni precedenti avevo dato alle compagnie aeree.

L’ultima volta invece che sono stato in Senegal, avevo acquisito una padronanza tale sui voli, sulle coincidenze e sulle compagnie, che ho acquistato un totale di 4 biglietti, con ben 4 compagnie aeree differenti, pagando circa il 40% rispetto al primo viaggio, e ai prezzi dei preventivi aggiornati a quello stesso anno, che però utilizzavano lo stesso itinerario del primo anno. In pratica, volai a Lisbona con Easyjet, dove presi Tap Portugal per Dakar, e al ritorno con Iberia raggiunsi Barcellona, dove rimasi 4 giorni a visitare la città, prima di rientrare a Milano con Vueling. Anche qui, usai parte della cifra risparmiata per soggiornare gratuitamente in Spagna.

Nel 2014 invece, avevo optato per un viaggio di 5 giorni a Dubai, dove tra l’altro avevo il soggiorno in un bellissimo hotel di oltre 90 piani, gratuito da utilizzare. Cercando il volo da Milano, in Novembre, trovai che in poco più di 5 ore, e circa 700 € a testa, si raggiungeva l’aeroporto internazionale della città. Cercando invece un modo per risparmiare qualcosa sul volo, che mi sembrava un po eccessivo per le mie tasche, visto che era poi da raddoppiare essendo in due, mi capitò di imbattermi in una combinazione di voli British, con partenza alla sera da Milano con direzione Londra, e successivo volo notturno di circa 7 ore per Dubai, e uguale ritorno, a circa 400 € a persona.

Qui, ogni uno ha le proprie idee, e io non voglio discutere su quale sia giusta e quale sia sbagliata, anche perché non c’è una via migliore, dipendendo tutto dagli impegni e dal portafoglio.

Io, in quell’occasione, scelsi per British, considerando che valesse la pena di impiegarci circa 6 ore di viaggio in più tra voli e tempo di scalo, per risparmiare 600 euro a coppia, circa 50 euro all’ora. Tra l’altro, in questo caso, arrivai prima in città, e ripartii dopo, rispetto all’altro itinerario diretto, restando a Dubai quasi mezza giornata in più.

Come vedete, la scelta dei voli, può essere una cosa banale, una cosa a cui non si può far niente e si è costretti a sottostare, ma non è affatto così, a patto però, di avere la flessibilità di poter scegliere i modi e i periodi per viaggiare, altrimenti purtroppo, bisogna prendere quello che si trova.

Tirando le somme: “Se acquisti nei giorni che vuoi tu, paghi il prezzo che fa comodo a loro, ma se viaggi quando vogliono loro, paghi il prezzo che fa comodo a te”