Privacy Policy Cookie Policy Viaggiare in sovrappeso: come affrontare le molte difficoltà? - Travel XXL

Ogni giorno tante persone in sovrappeso rinunciano al piacere di viaggiare per non dover affrontare problemi che ritengono insormontabili. Se ti ritrovi a leggere questo articolo, forse, è perché o tu o qualcuno a cui tieni particolarmente si trova in questa condizione. Di seguito troverai le difficoltà principali che affronto personalmente in ogni viaggio e alcune soluzioni per limitare i disagi!

Sai perché posso permettermi di aiutarti in questo campo ?

Perché ho visitato più di 150 città di 39 nazioni diverse in 15 anni, con oltre 60/70 kg DI TROPPO e lo faccio ancora oggi da obeso!

L’obesità è ormai una patologia  che interessa tutti i paesi sviluppati e sta diventando una vera emergenza sociale. Secondo l’Istituto superiore di sanità, nel 2017, erano 1,9 miliardi gli adulti nel mondo in condizione di sovrappeso e di questi, 650 milioni erano obesi.  Di recente, in Inghilterra, il primo ministro Boris Johnson, dopo essere stato in terapia intensiva per gli effetti del Covid-19, aggravati dal suo stato di forte sovrappeso, ha introdotto una serie di misure contro l’obesità in tutto il paese.

Di seguito, trovi alcuni momenti critici che affronto quando viaggio.

– Prenotare XXL

– Bagaglio XXL

– Viaggiare in aereo

– Letti e bagni in hotel e ostelli

– Camminare a lungo nelle città

Viaggiare in sovrappeso

Vediamo gli inconvenienti abituali nel viaggiare in sovrappeso

Prenotare XXL

Nella fase di prenotazione di un viaggio compi gran parte delle scelte che determinano i problemi che avrai. 

– Se fai fatica ad affrontare le salite, ad esempio, parti col visitare località pianeggianti

– Quando scegli di prendere l’aereo, utilizza compagnie low cost. Con pochi euro puoi decidere di acquistare due posti. Più avanti ti spiegherò come fare.

– Se la distanza che riesci a percorrere a piedi è limitata, scegli destinazioni con un efficiente servizio di bus turistici con i quali potrai raggiungere direttamente tutti i monumenti più importanti senza troppi sforzi. 

– Per lo stesso motivo precedente, se la tua intenzione è iniziare a viaggiare più spesso, anche se in sovrappeso, inizia visitando città piccole così da prendere dimestichezza e fare un po’ l’abitudine.

– Prima di prenotare un hotel o un ostello, poni domande alla struttura e assicurati che abbiano i servizi di cui hai bisogno come ascensore, doccia ampia, letti robusti e bagni non troppo angusti. 

– Quando organizzi un itinerario considera sempre un giorno un più così da poter girare liberamente con i tuoi tempi.

Bagaglio XXL

Preparare l’occorrente per viaggiare in sovrappeso può essere difficoltoso

Gli indumenti sono più grandi e di conseguenza occupano più spazio.

Ti consiglio, per rendere tutto più semplice, di fare così: 

– Crea una lista scritta delle cose indispensabili che vorresti far stare nel bagaglio.

– A parità di indumenti, scegli quelli meno voluminosi.

– Non portare prodotti che occupano spazio inutilmente come shampoo, bagnoschiuma e altri. Li troverai gratuiti in hotel o nel negozio a fianco a casa a basso costo.

– Verifica se il tuo hotel ha un servizio lavanderia.

– Cerca online un’alternativa come una lavanderia a gettoni nelle vicinanze del tuo alloggio.

– Adotta buste salvaspazio e persino sotto vuoto per ridurre le dimensioni dei tuoi indumenti. Potrai così permetterti di portare meno vestiario (o di organizzarlo meglio nel tuo bagaglio). 

Viaggiare in aereo

Essere XXL non è per niente facile quando si sale su un mezzo di trasporto ma esistono alcune soluzioni soprattutto in aereo.

– Per le tratte da 1-3 ore di volo, prenota un solo biglietto ma ritarda il check in online il più possibile. Potrai vedere la mappa dei posti ancora liberi a bordo e sceglierne uno che abbia un sedile a fianco libero. Avrai così circa il 50% di probabilità che quel posto resti effettivamente libero.

– Quando il volo dura più di 3 ore, acquista due biglietti. Io, ad esempio, utilizzo molti voli low cost con prezzi da 10 a 30 Euro a tratta. In questo caso spendo qualcosa in più ma sarò certamente più comodo. Facendo il check in online, registro un posto a nome mio e l’altro a un parente. Non viaggiando realmente con me potrò usare entrambi i posti.

– Se la tua forma fisica ti consente di allacciare comodamente la cintura di sicurezza dell’aereo acquista uno dei posti denominati XXL. Non sono più larghi ma offrono più spazio per le gambe e risultano certamente più comodi. Se però hai la necessità di utilizzare il prolungamento della cintura di sicurezza non ti sarà permesso di occupare questo tipo di posto perché si trova in prossimità delle uscite di sicurezza. 

Letti e bagni di hotel e ostelli

I letti di alcune strutture alberghiere sono fragili, con doghe in legno sottili e spesso danneggiati. 

In molte altre, però, i letti sono molto robusti e resistenti. Le difficoltà maggiori che mi trovo ad affrontare però riguardano gli ostelli. 

Questi ultimi, consentono di prenotare un posto letto nel dormitorio comune ma non di scegliere tra posto inferiore o superiore nei letti a castello. 

Una volta superati i 100 kg diventa non solo complicato, ma anche pericoloso, arrampicarsi per raggiungere il letto superiore nel caso gli altri siano tutti occupati. 

Personalmente, dopo aver effettuato la prenotazione con l’opzione “cancellazione gratuita”, contatto la struttura spiegando il problema o porgendo le domande che più mi interessano.

Il 90% delle volte, mi hanno aiutato e in molti casi mi hanno addirittura riservato un posto nella parte bassa del letto a castello. Hanno sistemato un cartellino col mio nome sul cuscino e la scritta “riservato”.

Per quanto riguarda i bagni, invece, non ho mai incontrato nessuna difficoltà particolare. Gli inconvenienti sono soprattutto per le docce con il box in plastica dove entro con un po’ di fatica. 

Non avere paura dunque di viaggiare in sovrappeso e comunicare con gli hotel, perché è interesse loro quanto tuo trovare una soluzione e metterti nelle condizioni di alloggiare comodamente.

Ti garantisco che gli albergatori sono sempre molto disponibili. 

Camminare a lungo

Camminare quando si visita una nuova città è abbastanza comune e inevitabile ma puoi limitarti al minimo indispensabile. 

– Io utilizzo abitualmente i bus turistici con biglietto valido 48-72 ore, che mi permette di salire e scendere lungo il percorso a qualsiasi fermata. Risparmio molta strada e risparmio tempo. Puoi eliminare il verbo ripetuto.

– Divido la città in zone o quartieri, mi scrivo tutto ciò che mi interessa e visito un’intera area prima di passare alla successiva. In questo modo eviterò di ritornare più volte nelle parti dove sono già stato.

– Quando sono stanco mi fermo a riposare su una panchina o in un bar. Bevo un caffè, riordino le idee e mi rilasso perché resta pur sempre in un viaggio di piacere.

– Indosso scarpe comode in modo da limitare al minimo ulteriori difficoltà.

Dobbiamo dimagrire, è vero, ma nel frattempo viaggiamo!

Quelle sopraelencate sono solo alcune delle problematiche che riscontro ogni volta che viaggio ma non per questo rinuncio a farlo.

Di sicuro, all’inizio, tutto ti sembrerà complicato e faticoso ma vedrai che dopo solo un paio di week end in qualche capitale europea, sarà tutto più facile. 

Saranno le difficoltà stesse a farti aguzzare l’ingegno e troverai soluzioni che da casa mai avresti pensato di utilizzare.

I muscoli si abitueranno a muoversi e se dapprima riuscirai a percorrere brevi distanze, successivamente farai sempre più strada

Pensa che con tutto il mio peso addosso, ho percorso anche 20-25 km al giorno per le strade di Barcellona. Nel 2018 sono salito per oltre 800 gradini scoscesi e dissestati per raggiungere il famoso “Monastero” di Petra, dopo aver percorso 5 km in andata e 5 km al ritorno nel canyon per raggiungerli. 

Non contiamo le migliaia di scalini per salire su torri, campanili, sentieri ecc in decine di città nel mondo. 

Per molte persone sono cose abbastanza normali, ma per me sono stati grandi traguardi oltre che immense soddisfazioni perché sono state il frutto di allenamento e impegno.

Parti da un primo passo, raggiungi in bus o treno una città vicina a casa tua e comportati come se fossi a Parigi. 

Appena sarà possibile, vola in una capitale europea in un week end e vedrai che molto presto sarai pronto/a anche tu per girare addirittura New York.

Buon Viaggio!